Auguste Papon

Auguste Papon

Il Re degli impostori

Il 24 giugno, a tarda sera, un uomo avviluppato in un elegante mantello da viaggio lasciava in fretta e furia l’Albergo Feder di Genova, in Via al Ponte Reale, e spariva rapidamente nei vicoli oscuri a ridosso del porto. Sapeva di essere pedinato dalla polizia.

Lola MontezAll’alba del giorno seguente il Vicequestore della città scriveva all’Intendente Generale per informarlo che “il noto Marquis Papon lasciò ieri sera l’Albergo Feder dicendo che partiva per Torino dove si sarebbe trattenuto per pochi giorni, ma si ha motivo di dubitare della sincerità delle sue parole giacché portò via tutti i suoi effetti. Egli lascia qui diversi debiti e in un grave imbarazzo la Tipografia Ponthenier. Essendogli stato ritirato il passaporto dal Console francese, è molto probabile che si allontani da Genova con passaporto falso”.

Re Ludwig

Chi era dunque questo misterioso Papon e che cosa aveva combinato di così grave da mettere in allarme le sospettose autorità della Superba?

E cosa c’entra in tutto questo re Ludwig II di Baviera e la ballerina Lola Montez?

Carla Scarsi

 


Auguste Papon - Copertina

 

Se ne parlerà Sabato 2 marzo alle 16.30 nella sede dell’associazione Spazio Aperto di via dell’Arco 38 a
SANTA MARGHERITA LIGURE 

dove Carla Scarsi presenta il volume

AUGUSTE PAPON – Il Re degli impostori
di Roberto Beccaria

 


 

Licenza Creative Commons
Auguste Papon
di Studi Napoleonici è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Precedente Riflessioni sulla Rivoluzione francese